Cambia la Caldaia con le offerte e il Bonus Caldaia

Come risparmiare energia in casa: 10 trucchi
4 Giugno 2020
perdita di acqua
Come trovare una perdita di acqua da un tubo interrato.
5 Giugno 2020

Questo è il momento dell’anno più favorevole per cambiare la vecchia caldaia in una migliore, più economica nei consumi e migliore nel rendimento.
La sostituzione della caldaia è conveniente anche grazie all’Ecobonus, che prevede il Bonus Caldaia proprio per agevolare la sostituzione delle vecchie caldaie a gas con delle nuove caldaie a condensazione, che permette di inquinare e consumare di meno.
Per saperne di più su come funziona il Bonus Caldaia puoi cliccare qui e leggere gli articoli dedicati al Bonus per sapere come funziona e come si richiede.
Se la tua caldaia già ha subito diverse riparazioni e le bollette del gas continuano a salire cambiare la vecchia caldaia a metano o a gas con una dalla classe energetica più alta può essere un ottimo modo per risparmiare.
Grazie al nostro servizio di pronto intervento idraulico non hai bisogno di programmare la sostituzione della caldaia mesi prima, ma possiamo intervenire immediatamente nei tempi e nei modi che tu preferisci.
Così puoi regalarti una caldaia ad alta efficienza energetica approfittando delle tante offerte che capitano durante l’anno, dal Black Friday di Amazon alle offerte delle grandi catene di negozi di elettrodomestici.

Quando conviene cambiare la caldaia

Se la tua caldaia ha più di 10 anni ed ha già subito degli interventi di riparazione allo scambiatore di calore o al bruciatore prendere in considerazione la sua sostituzione con una caldaia nuova non è sbagliato.
Lo scambiatore di calore è uno degli elementi che è più soggetto a rotture e malfunzionamenti, colpa anche dell’acqua calcarea di Roma, ed è anche uno degli interventi più costosi.
Sostituendola con una moderna caldaia a condensazione, che è meno soggetta a questi danni per il suoi principi di funzionamento, ci si mette al riparo da questi costi di manutenzione.
Cambiare una caldaia all’inizio del periodo invernale è la soluzione più intelligente da fare.
Acquistare una caldaia a condensazione, e installando la nuova caldaia, proprio nel periodo in cui si inizia ad usare il riscaldamento e dove usiamo acqua più calda ai bagni, ci permette di vivere l’inverno in sicurezza e iniziare a risparmiare da subito sui consumi.
In più possiamo sfruttare anche la detrazione al 65% del bonus caldaie che è stato deliberato nella legge di bilancio, e questo aggiunge risparmio su risparmio, l’importante è tenere tutti i documenti d’acquisto e di installazione oltre le ricevute dei pagamenti, perché vanno consegnati nella dichiarazione dei redditi, come è chiaramente indicato su Gnius Economia nell’articolo che vi abbiamo linkato poco sopra.

La richiesta del bonus verrà fatta poi al momento della dichiarazione dei redditi allegando tutte le documentazioni prodotte in fase di acquisto e installazione.

Quale caldaia conviene acquistare

Noi consigliamo sempre di acquistare caldaie a condensazione.
I principi di funzionamento delle nuove caldaie a condensazione sono nettamente migliori rispetto alle classiche caldaie a bruciatore.
Questo perché le caldaie a condensazione lavorano a temperature più basse, quindi hanno bisogno di meno gas per portare l’acqua alla temperatura voluta.
La particolarità di queste caldaie è l’uso dei fumi caldi prodotti dal bruciatore del gas per alzare la temperatura dell’acqua d’ingresso prima di arrivare allo scambiatore di calore.
L’acqua, grazie a questo sistema, arriva ad una temperatura più alta nello scambiatore di calore rispetto alle caldaie tradizionali.
La temperatura più calda d’ingresso permette di usare molto meno gas nel bruciatore dello scambiatore di calore che, di conseguenza, dura molto più tempo.
Basti pensare che nelle caldaie tradizionali l’acqua che passa nello scambiatore può superare i 100°C, temperatura che crea le incrostazioni di calcare, mentre nello scambiatore di calore delle caldaie a condensazione l’acqua difficilmente supera i 50°C, temperatura che non crea le incrostazioni di calcare.

Quanto tempo serve per sostituire una caldaia

Sostituire una vecchia caldaia a metano con una nuova caldaia a condensazione è una operazione che richiede poche ore.
Normalmente sono interventi che durano meno di 4 ore per installazioni che non richiedono particolari modifiche agli scarichi e agli allacci dell’acqua, mentre possono durare più tempo a seconda delle modifiche richieste dalla nuova caldaia.

Se non vuoi sorprese puoi chiedere un sopralluogo indicando la marca ed il modello della nuova caldaia, così il nostro tecnico idraulico potrà prevedere con accurata precisione i tempi necessari all’installazione della nuova caldaia.

Quanto costa sostituire una vecchia caldaia

Tolto il costo della caldaia il costo varia dal tipo di lavoro da eseguire per installare la nuova caldaia.
Normalmente si va dai 60€ l’ora fino ai 90€ euro l’ora per interventi altamente specializzati, dove non c’è solo la sostituzione della caldaia ma anche la programmazione, i test elettronici e l’uso di sostanze o liquidi particolari.
La variabile maggiore riguarda la durata dell’intervento che è strettamente correlata alla tipologia del proprio impianto.

Call Now ButtonCHIAMA ORA