[Curiosità] Quando è stata fabbricata la prima serratura?

bonus caldaia roma
Cambia la Caldaia con le offerte e il Bonus Caldaia
5 Giugno 2020
Durante le due rivoluzioni industriali non sono state fatte soltanto invenzioni di portata enorme come, ad esempio, il motore a vapore, ma hanno preso piede anche idee di portata minore che nel loro piccolo hanno contribuito a rendere quella del ‘7-800 un’epoca veramente unica.

In questo articolo vogliamo parlare di una di queste ultime invenzioni, ovvero quella della prima serratura fabbricata nella storia.

Se sei interessato all’articolo continua a leggere e scoprirai come è iniziato il percorso che ci ha portato a chiudere le nostre case con serrature digitali funzionanti con riconoscimento biometrico.

Prima Serratura

Il primo passo verso le serrature moderne  è stato fatto da Robert Barron, un fabbro inglese che nel 1778, durante la rivoluzione industriale, brevettò la serratura a doppio cilindro o a leva funzionante secondo un meccanismo nel quale un cilindro (rocchetto), posto all’interno di un altro cilindro, deve ruotare al suo interno per poter muovere il catenaccio, grazie al quale viene impedita l’apertura della porta.

Per consentire ciò viene utilizzata una leva, in modo tale da poter collegare il movimento di rotazione del cilindro a quello di sblocco del chiavistello. La rotazione è subordinata ad una forza che muova il cilindro, e dunque alla forza di una chiave.

Barron brevettò così anche delle chiavi che appartenessero a determinate serrature, in quanto la combinazione di forme e spazi per penetrare nel cilindro e sbloccare la porta tramite la sua rotazione è unica per ogni coppia chiave-serratura.

Ma il brevetto di quella che è considerata il primo tipo moderno di serratura della storia è da assegnare ad un certoLinus Yale, americano e padre delle serrature moderne.

La serratura, inventata nel 1848, consisteva in un doppio cilindro simile a quello brevettato da Barron con la differenza che quest’ultimo era montato all’esterno, mentre quello dell’americano nella parte interna della porta.

Anche il meccanismo di funzionamento presenta differenze sostanziali: la serratura yale funziona con un doppio cilindro e quando è chiusa i pistoncini vengono spinti all’interno da una molla o più molle che si trovano all’interno del cilindro esterno, in modo da impedire la rotazione di quello interno, trovandosi nello spazio in mezzo.

​Nel momento in cui viene inserita la chiave lo spazio tra i due cilindri è uguale a quello tra le serie di pistoncini e il cilindro interno può compiere la rotazione.

Molto tempo è passato dall’invenzione di questi modelli. Tuttavia quello della serratura yale ha rappresentato il modello per eccellenza utilizzato per gli anni dopo, ovviamente con molte variabili e trasformazioni, volte soprattutto ad aumentare il grado di sicurezza.

Oggi troviamo sul mercato serrature con sistema di riconoscimento digitale che non lascia spazio a trucchetti che si sono continuamente trovati con le serrature ad apertura manuale (un esempio può essere quello del grimaldello bulgaro).

​Con queste serrature possiamo aprire la nostra porta blindata semplicemente usando lo smartphone. Una volta riconosciuto il codice, il sistema di domotica installato sbloccherà la serratura e permetterà di aprire la porta in tutta facilità.

Hai bisogno di sostituire la serratura del tuo portone blindato? Scopri il nostro servizio di pronto intervento serrature a Roma.

Call Now ButtonCHIAMA ORA